Adesso, il nuovo intenso libro di Chiara Gamberale

adesso

Ho letto, riletto, sottolineato, amato e interiorizzato i libri di Chiara Gamberale ma non ne ho mai recensito uno.  Non è semplice scegliere le parole per raccontare testi così intensi. E “Adesso”, il suo ultimo lavoro, è davvero molto intenso.  I personaggi e la storia sembra quasi facciano da contorno al vero, difficilissimo, obiettivo del libro: leggere e tradurre in parole quello che succede quando ci innamoriamo, o meglio, quando decidiamo di cogliere l’Occasione e “metterci a disposizione di quello che ci sta succedendo”. Quando decidiamo di ascoltare e assecondare il movimento della “pallina che si muove sotto le costole, all’altezza della pancia”. Quando siamo pronti.

Ma quante volte “l’adesso” riesce a diventare “periodo”? E quanta responsabilità abbiamo perché questo succeda o non succeda? Quante variabili riusciamo o non riusciamo a gestire? La storia di Lidia e Pietro, adulti, liquida lei, solido lui, entrambi con storie d’amore finite alle spalle, trova il momento per essere giusta per entrambi e inizia a diventare “periodo”. Entrambi danno alla storia lo spazio che la storia richiede anche se con molta circospezione, con molta paura di scoprirsi già feriti dalla forza dell’amore.

“Ma ecco salire l’odore dei se”, quella condizione che attutisce il rumore della pallina che si muove sotto le nostre costole. Ed è proprio qui, in quest’altro adesso, che siamo davvero gli  artefici del futuro della nostra storia. E’ in questo delicatissimo momento che decidiamo se è giusto che la nostra storia continui a prendersi lo spazio che reclama. A volte rischiando tutto.

Con molta bravura Chiara Gamberale riesce a identificare tutti i fotogrammi dell’innamoramento rendendoci più consapevoli di quei processi che tutte e tutti abbiamo vissuto ma mai osservato così da vicino.

Per questo “Adesso” è un libro da leggere, rileggere, sottolineare, amare e interiorizzare.

Rispondi