Audible…I love you!

Sono innamorata, perdutamente innamorata di Audible. E per il mio compleanno mi sono regalata l’abbonamento. A dire il vero, quando ho iniziato il periodo di prova, ben 90 giorni gratuiti, avevo subito segnato sul calendario la data per disdirlo una volta scaduta la gratuità. Ma mi è bastato ascoltare “Le tre del mattino” di Gianrico Carofiglio, letto da Carofiglio stesso, per perdere la testa. Il libro era nella mia wishlist da tempo e ascoltarlo direttamente dalle voce dell’autore è stato emozionante. Di una comodità sorprendente per chi come me, legge moltissimo in ogni ritaglio di tempo ma deve per forza posare il libro o l’e-book mentre guida, mentre fa le pulizie di casa, mentre fa la spesa. Beh, la prima volta che ho messo gli auricolari per ascoltare un audiolibro l’ho fatto per pulire casa. Me la sono presa comoda: l’ascolto durava più di tre ore. Ho praticamente fatto a gennaio le pulizie di primavera. E il giorno dopo ho stirato montagne di roba, lo avrei fatto anche per i vicini per non interrompere l’ascolto de “Le Assaggiatrici” di Rosella Postorino.

Durante la settimana, invece, il viaggio in macchina per andare al lavoro mi garantisce oltre un’ora di ascolto giornaliero. In tre mesi ho ascoltato 20 libri e non so quanti ne ho scaricati, soprattutto classici che non ho letto o che ho voglia di riascoltare.

E sì, è vero, la carta è un’altra cosa, il suo profumo è inebriante, mi piace sottolineare e usare tanti segnalibri, ma quello che amo di più è stare in compagnia delle storie, soprattutto quando la carta in mano non la posso tenere.

E, a conti fatti, chi legge tanto con l’audiolibro risparmia: il prezzo medio di un libro è di circa 15 euro, ma non sempre, le nuove uscite arrivano a 22! Certo non tutte le novità sono già “ascoltabili” ma ne vengono sfornate di nuove ogni settimana. Audible non toglie affatto il piacere della lettura: se posso stare seduta sul divano, se viaggio e non guido o a letto prima di dormire leggo un libro di carta o un e-book ma se non posso, l’audiolibro è una grande soluzione.

E adesso scusatemi devo stirare, ops…devo ascoltare “Pastorale americana” di Philip Roth.

Vuoi provare gratuitamente Audible? Clicca qui.