Cernusco Città che legge. Intervista al sindaco Ermanno Zacchetti

In occasione della terza edizione del BookFestivalBar di Cernusco sul Naviglio (Mi), organizzato da Clio – Cultura, Libri, Idee, Opportunità  all’interno del primo festival del Libro e della Lettura promosso dal Comune di Cernusco, il blog Qui si legge ha intervistato il sindaco Ermanno Zacchetti per la rubrica “Il comodino“. …

Cristina e il rito di rileggere tutto Harry Potter per Halloween

Un comodino speciale quello di Cristina Voltolini, una grande lettrice che, ogni anno, in occasione di Halloween, celebra un rito: la rilettura di tutti i volumi della saga di Harry Potter. Qui si legge l’ha intervistata. QSL – Come mai, ogni anno, quando si avvicina la festa di Halloween, rileggi …

Il comodino di Maria Elisabetta Ranghetti, autrice di “Oltre il mare di Haifa”

    Maria Elisabetta Ranghetti (1977) si è laureata in Lettere Moderne nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia con una tesi sulla Survivors of the Shoah Visual History Foundation di Steven Spielberg; dal 2005 è iscritta all’albo dei giornalisti pubblicisti. Ama viaggiare, fotografare, dipingere e soprattutto leggere; nel 2005 ha fatto il suo …

I comodini dei due papà autori di “F@vole via e-mail”

Maurizio Malavasi e Valerio Ciardi hanno scritto a quattro mani F@vole via e-mail, una raccolta di fiabe dedicate ai bimbi di fascia prescolare e scolare. Ispirati dalle fiabe che ogni sera raccontavano e raccontano ai loro bambini, Maurizio e Valerio hanno modernizzato le “Favole al telefono” di Gianni Rodari. IL COMODINO …

Il comodino di Marco Erba, scrittore e professore di lettere

Marco Erba è professore di lettere all’Istituto Opere Sociali Don Bosco di Sesto San Giovanni. Il suo primo romanzo, “Fra me e te” (Rizzoli), sarà in libreria dal 17 marzo. Per il suo comodino ha scelto tre classici, tre contemporanei e un libro “extra”. QSL – Il primo classico che …

Il comodino di Roberto Ritondale, lo scrittore ambulante

  Roberto Ritondale, giornalista, si definisce scrittore ambulante perché gira l’Italia per presentare il suo libro spesso anche a domicilio “ovvero a casa dei lettori, senza chiedere nulla in cambio se non la presenza di una decina di amici e la degustazione di un caffè. Possibilmente buono! L’idea non nasce da un’esigenza commerciale, ma …