Fiammetta, una “moderna” donna di fine ottocento

fiammetta

Fiammetta Renzi, è una maestra fiorentina di fine ottocento che ama i suoi studenti e che utilizza metodi premontessoriani di apprendimento. Fiammetta ha un debole per il bimbo più povero della classe costretto a lavorare nella conceria del padre e in genere mostra sincera pietas per le persone  costrette a vivere di stenti. Fiammetta scrive poesie e segue con passione la produzione letteraria del poeta siciliano Mario Velastro che, a Firenze per una conferenza, riuscirà a sedurre con la sua insolenza e a farsi sposare. La vita coniugale però trascorrerrà a Catania nella casa in cui Velastro vive viziato da madre e zia, le terribili sorelle Strazzeri. Qui Fiammetta scopre il maschilismo e la violenza del marito ma, non dandosi per vinta, continua a scrivere e a coltivare la sua aspirazione di costruire “La sorellanza”, un’alleanza tra donne che possa migliorare le condizioni dei bambini che vivono in miseria, costretti a fare i “vaporta” (facchini per la spesa dei signori di Catania). In questa situazione Fiammetta conosce Antonio Maria Greco (nella realtà Giovanni Verga) “un seduttore puro; titanico nella sua assoluta solitudine” come lo definisce l’autrice, che non ha nessuna intenzione di salvarla dalla sua pesante situazione familiare. Spesso scalza a ritrovare un contatto terreno che la sua fervida fantasia le sottrae, Fiammetta è una donna moderna e positiva nonostante tutto. Per questo vi consigliamo vivamente di fare la sua conoscenza.

 

Compra il libro

http://www.goodbook.it/libro.asp?isbn=9788817085816

Rispondi