Ranieri, 12 anni: con “La Bussola delle emozioni” è più facile orientarsi

“Mamma questo libro è fighissimo!”, con queste parole Ranieri, 12 anni, ha commentato il libro di Barbara Tamborini e Alberto Pellai “La bussola delle emozioni” dopo averne sfogliato qualche pagina. “Bene, allora leggilo e dimmi cosa ne pensi”, gli ho detto. Ecco, quindi, la sua personale recensione.

La bussola delle emozioni” è un manuale fatto per tutti i ragazzi della mia età, una guida ai tre diversi “piani” del cervello, ovvero quello rettiliano, quello emotivo e quello cognitivo e alle sei emozioni principali, ovvero la tristezza, la paura, il disgusto, la rabbia, la sorpresa e la gioia. Il libro è diviso in sette sezioni, la prima sui “piani” del cervello, mentre le restanti sulle emozioni. Utili test ci aiutano a capire come affrontiamo una certa emozione e se la sappiamo gestire.

La prima sezione, molto utile, ti insegna a riconoscere cosa sono, quali sono e quando entrano in gioco i tre “piani” del cervello e, soprattutto a saperli gestire. Il linguaggio è semplice ma spiega argomenti anche complicati. Ho scoperto, per esempio, cos’è l’amigdala: una vera e propria cabina di regia delle nostre emozioni! E proprio le sezioni delle emozioni sono quelle che ho amato di più: sono scritte benissimo, in modo molto chiaro e si dividono in quattro capitoli: il caso, che cos’è, come si manifesta e cosa fare. 

Il primo capitolo racconta una situazione in cui si prova l’emozione a cui la sezione è dedicata, spesso senza saperla affrontare. Il secondo capitolo spiega cos’è quell’emozione e spesso cita dei film, raccontandone  la trama e consigliandone la visione. Il terzo racconta come si manifesta l’emozione e, personalmente, l’ho trovato molto utile perché ti aiuta a riconoscere l’emozione che stai provando e a “trattarla”; molto utili anche le definizioni/spiegazioni di parole che possono essere sconosciute al lettore o magari note ma con un significato non perfettamente chiaro. Il quarto capitolo (il mio preferito) ti dà consigli pratici per aiutarti a vivere le emozioni e non essere preda di esse.

Già solo il quarto capitolo di ogni emozione vale tutto il libro!

Alla fine viene riportata l’utilissima filmografia dei sentimenti: un intero capitolo pieno di film consigliati per ogni emozione che hai incontrato nel libro! Dopo di questo ci sono le conclusioni (da leggere assolutamente!) molto profonde dei due autori. Le ultime pagine del libro sono pagine dove tu puoi riscrivere in modo diverso le pagine che avresti voluto differenti. Io personalmente avrei aggiunto un’emozione che ogni tanto mi sembra di provare anche se un po’ me ne vergogno, l’odio, ma alla fine mi sono convinto che è solo una degenerazione del disgusto e così riesco a gestirla meglio.

Questa recensione è un po’ più lunga delle mie solite ma ci tenevo a farvi capire come è strutturato questo libro e non potevo descrivere in modo più veloce e semplificato lo splendido lavoro dei due autori, a cui faccio i complimenti: hanno scritto un libro davvero fantastico, da avere sempre sottomano e da consultare ogni tanto per renderci conto di come stiamo cambiando (in meglio) grazie anche alla lettura di questo libro.

Ciao e alla prossima recensione 🙂

Ranieri

La scheda libro

La bussola delle emozioni

di Alberto Pellai e Barbara Tamborini

Mondadori

Prezzo: € 14,90

La Bussola delle emozioni

Le altre recensioni di Qui si legge sui libri di Alberto Pellai e Barbara Tamborini