Ranieri, 10 anni, legge “Minecraft – L’Isola”: fantastico, appassionante, originale

“Minecraft – L’isola” è il primo romanzo ufficiale della Mojang (la casa produttrice del gioco). Per fortuna! Mi ero rotto le scatole di quei libri non ufficiali sui villici. L’inizio è frenetico:  il protagonista (che resta anonimo) sta affogando, prova a nuotare ma riesce solo a saltare sulla superficie dell’acqua. A un certo punto, in lontananza, scorge un’Isola che è quella dove si svolgeranno i fatti raccontati. Il protagonista è totalmente impreparato: si fa quasi ammazzare da uno zombie e passa la prima notte in un buco (trovare un rifugio sicuro è la cosa che, all’inizio, facciamo tutti). Successivamente scava un tunnel dove inserisce una enorme finestra per osservare i mostri che popolano l’Isola. Qui vivono molti animali: due mucche, due pecore ( una bianca e una nera), alcuni polli. Un Creper, cioè un mostro esplosivo, fa saltare in aria la prima mucca. Quella rimanente verrà chiamata Mu e sarà una preziosa consigliera. La pecora nera verrà chiamata Selce, quella bianca Nuvola… Scusate ma non posso andare avanti perché, altrimenti, vi svelerei tutto. È un libro fantastico, appassionante, originale… Potrei andare avanti a raccontarvi quanto mi è piaciuto, ma non lò farò perché sarete voi a giudicarlo. Ciao, e alla prossima recensione.

 

Ranieri, 10 anni

 

La scheda libro

Minecraft – L’Isola

Max Brooks

Mondadori

Minecraft Qui si legge