#neilibrilatuastoria – La campagna di GoodBook

Nei libri (1)

Una bella campagna di promozione alla lettura per il maggio dei libri è quella ideata da GoodBook,  la libreria on line che ti permette di ritirare i libri e i film nel negozio sotto casa.

Il titolo della campagna è “Nei libri, la tua storia”. “Il messaggio che vogliamo trasmettere – spiegano da GoodBook –  è che nei libri che leggiamo si rispecchia la nostra vita e che quindi la lettura sia soprattutto immedesimazione. Per questo abbiamo realizzato una campagna fotografica in cui personaggi letterari in chiave moderna ci raccontano i loro libri preferiti, quelli in cui si sono rivisti maggiormente, in un doppio gioco di specchi: Alice nel Paese delle Meraviglie parla del Piccolo Principe, Ulisse legge Ventimila leghe sotto i mari, etc”.

La campagna (dal 16 maggio al 17 giugno) è sui social con l’hashtag #neilibrilatuastoria e chiede ai lettori di twittare e commentare il racconto dei libri in cui hanno rivisto la propria storia o di fotografarsi con il libro stesso fra le mani.

goodbook

Io ho scelto le “Fiabe italiane” di Italo Calvino, edizione del 1972. Le “Fiabe italiane” sono state i primi libri regalatimi da mio padre. Lui le ha lette a me, poi le ho lette da sola, ora le leggo ai miei figli.

*La filosofia di GoodBook :

L’economia – Spendere 100 euro a livello locale permette che almeno 68 euro rimangano nella nostra comunità. Spendere in una catena nazionale, invece, significa restituire alla comunità molto meno; addirittura meno della metà, se si tratta di una catena estera. Mantenere o creare attività locali significa più posti di lavoro e favorire il libero mercato, allontanando il rischio di monopolio delle grandi catene.

L’ambiente – Acquisto locale significa meno imballaggi, meno trasporti e un minore impatto ambientale.

La comunità – I rivenditori locali sono tuoi conoscenti. Supportare questa microeconomia significa creare e mantenere un benessere locale per tutta la comunità, te compreso. Indipendenza significa più scelta, più diversità e una comunità veramente unica. Questa filosofia è sempre più sentita a livello globale (indiebound booksellers).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *