Nicolò legge “Il Cacciatore di sogni”, un libro che trasmette speranza

Il libro “Il cacciatore di sogni” di Sara Rattaro racconta la storia dello scienziato Albert Sabin che scoprì il vaccino antipolio.

Un bambino, appassionato di pianoforte, parte per un viaggio in aereo e si siede vicino a un signore anziano che inizia a raccontargli la storia di uno scienziato. Il bambino si appassiona al racconto del vecchio e continua ad ascoltarlo con molta attenzione. Alla fine del viaggio l’anziano signore dimentica sul sedile dell’aereo il suo libro di scienze, il bambino lo rincorre per restituirglielo e vede una persona con il cartello che espone il nome di Albert Sabin. Così il protagonista capisce di aver viaggiato proprio con il grande scienziato. Sabin dona al suo piccolo amico quel libro di scienze perché possa essergli utile per la sua vita in futuro. Questo libro mi è piaciuto molto per varie ragioni: non solo mi ha fatto conoscere la vita di un grande scienziato la cui scoperta importantissima per l’umanità ha salvato e continua a salvare molti bambini, ma perché me lo ha fatto scoprire in uno strano modo: in un viaggio su un aereo. Questo libro parla anche di un’amicizia, durata poco, tra un bambino e un grande scienziato.

Infine questo libro mi ha trasmesso la speranza che in medicina niente è impossibile e che anche oggi i ricercatori possono trovare le terapie giuste per guarire tante persone che soffrono di malattie gravi che ancora sono considerate, in certi casi, incurabili.

 

Nicolò Cannistrà, 12 anni

 

La scheda libro

Il Cacciatore di sogni

di Sara Rattaro

Il cacciatore di sogni