“Tempo per leggere”, il miglior regalo di Natale

Mi fanno sorridere le persone che dicono “mi piacerebbe leggere ma non ho tempo“. Non scherziamo, dai! Bill Gates legge un libro a settimana e sicuramente è più impegnato di noi. Ma come si trova il tempo per leggere? Per me è facile: la lettura è un’abitudine necessaria al mio benessere e la coltivo ogni giorno della mia vita, nonostante gli impegni lavorativi, familiari e personali.  Per me è come respirare o mangiare. Magari voi non ne siete così convinti ma se solo “vi piacerebbe” trovare il tempo per leggere potete provare a capire dove, invece, il tempo lo perdete. E’ un po’ come quando decidete di risparmiare denaro: la prima cosa che fate non è, forse, tagliare gli sprechi?

E allora approfittiamo del Natale per farci un grandissimo regalo: il tempo per  leggere. E’ un gesto d’amore verso noi stessi e non è difficile. Ecco qualche suggerimento.

Prima di tutto installiamo un’app che ci dica quanto tempo trascorriamo sui social (qui le più efficaci) e spaventiamoci. La media (leggi qui) è di 2 ore e 23 minuti al giorno. E’ così necessario? Se la vostra risposta è si, non andate avanti a leggere. Se la vostra risposta è no, togliendo anche solo poco più di quei 23 minuti, ecco cosa si potrebbe fare.

Secondo ricerche americane un lettore medio impiega un minuto per leggere 300 parole. Questo consente di leggere agevolemente almeno 30 pagine in mezzora. Facciamo anche 20 per i più pigri.

Con 20 pagine al giorno si potrebbe leggere un libro da 300 pagine ogni due settimane. In un anno, senza fatica, potremmo arrivare a leggere circa 24 libri.

Ora passare da zero libri (o poco più) a 24 magari vi sembra un’impresa titanica, ma passare da zero libri (o poco più) a 12 vuol dire leggere un libro al mese dedicando alla lettura solo un quarto d’ora al giorno. 12 libri all’anno vi farebbero guadagnare l’ingresso nella categoria dei “lettori forti“.

Potete partire da libri di racconti, di poesie o da libri da leggere in meno di un’ora.

Basterebbe leggere a colazione o prima di dormire, ma basterebbe anche solo tenere lo smartphone fuori dal bagno, per esempio, per trovare almeno due “quarti d’ora” al giorno da dedicare alla lettura. Se poi viaggiate potete ascoltare gli audiolibri (io, con un’ora e un quarto al giorno di viaggio per andare a lavorare e con le ore in cui stiro,  ne ho ascoltati 35 nel 2019 su Audible) risparmiando anche un sacco di soldi. Se avessi comprato questi 35 libri (con un costo medio di 15,00 euro a libro) avrei speso minimo 525,00 euro mentre, con l’abbonamento a Audible, ho speso solo 118,8 euro (leggi qui le mie riflessioni su Audible).

Insomma leggere non è sicuramente una questione di tempo.

In sintesi, i consigli di Qui si legge, per trovare tempo per leggere

  1. installa un’app che ti renda consapevole del tempo trascorso sui social network
  2. togli mezz’ora al giorno ai social e dedica due quarti d’ora alla lettura
  3. inizia col leggere racconti e/o poesie e/o libri brevi
  4. dedica i tempi di viaggio o di attesa ad ascoltare audiolibri (ma anche il tempo dell’allenamento, quello per stirare, quello per cucinare, etc.).
  5. Scopriti “lettore forte” leggendo soli 12 libri all’anno

 

Chi ci vuole provare?