Due cadaveri a Viareggio, un altro caso per l’Ispettore Felicino: “Nessun dorma…fuori”

Viareggio. Un attore esordiente muore impiccato durante la rappresentazione sperimentale dell’opera d’avanguardia “Nessun dorma…fuori”. Il sostituto procuratore Annibale Di Pescia attiva subito la SILA (Squadra Investigativa sugli Infortuni sul Lavoro) composta dall’Ispettore del lavoro Carlo Felicino, dal maresciallo dei Carabinieri Gino Balletti, dall’agente scelto della Polizia di Stato Orazio Pesce e dal vigile del fuoco esperto Nanni Appresti.  I quattro avviano un’indagine che si complica subito per il ritrovamento di un cadavere nel canale Burlamacca, apparentemente scollegato dal primo caso.

L’Ispettore Felicino è il protagonista della serie nata dalla penna di Pasquale Sgrò che Qui si legge ha incontrato in occasione del BookFestivalbar di Cologno Monzese.

Qui si legge – Pasquale, nella tua carriera (Sgrò è stato Ispettore del lavoro, ndr), ti sei mai trovato ad affrontare casi con risvolti penali?

Sgrò – Devo dire di no a parte una volta: lavoravo all’ispettorato di Firenze, su una società di aerotaxi che faceva servizio tra il nord Africa e Italia. Scoprimmo un giro di droga e di prostituzione e passammo la palla alla magistratura.

Qui si legge – La tua scelta narrativa è quella di spiegare per filo e per segno i pensieri dell’Ispettore. Il lettore riesce a entrare nella testa di Felicino e può seguire l’indagine così come si sviluppa, in tempo reale.

Sgrò – Si, io voglio che il lettore veda in forma tridimensionale non soltanto quello che fa fisicamente Felicino, ma anche quello che fa mentalmente. Il mio personaggio non vive colpi di scena particolari, tutto si basa sulle sue analisi, sulla sua logica, sui confronti. Io voglio che il lettore diventi un piccolo Ispettore Felicino e quindi arrivi anche lui, piano piano, alla soluzione. L’Ispettore Felicino è una persona normale. Per me il protagonista non deve essere un super eroe, deve avere la capacità di fare squadra e di tenere unito un gruppo così eterogeneo (la SILA, ndr). Ho voluto creare dissidi all’interno del gruppo e anche tra Felicino e il procuratore stesso per dimostrare che, in fondo, quando si è persone per bene e si ha a cuore il proprio lavoro, si riesce a mettere tutto da parte e a lavorare insieme per un obiettivo.

“Come sei bella, Viareggio, perla del Tirreno, nonostante gli amministratori cerchino di massacrarti nell’apatia assoluta dei tuoi cittadini”.

Qui si legge – Il ruolo della città di Viareggio è, a tutti gli effetti, un ruolo da protagonista.

Sgrò – Si, Viareggio è protagonista, forse più dell’Ispettore Felicino. Io ho questo grande amore per la città perché quando ero un bimbetto di 6/7 anni e vedevo alla televisione le sfilate dei carri, mi sono innamorato di Viareggio. Chi viveva a Viareggio per me era un privilegiato, faceva parte di una bellissima comunità. E poi ho avuto la fortuna di lavorare qui…

Qui si legge – Tra le protagoniste femminili, oltre ad Anna, la tranquilla moglie dell’Ispettore, spicca la figura della sindacalista Lella Pieri. 

Sgrò – Lella Pieri è un personaggio importantissimo, una cara amica di Felicino che porta in sé il grande dramma della morte del marito  a pochi mesi dal matrimonio. E’ emotivamente bloccata. Nel terzo romanzo la sua figura avrà uno sviluppo importante. Come lei anche altri personaggi vivranno uno sviluppo nel prossimo romanzo. Sto lavorando sulla figura del vigile del fuoco Appresti.

Qui si legge – Dici di essere femminista…

Sgrò – Si sono femminista convinto, senza eccessi. La donna deve essere se stessa, noi dobbiamo solo darle la possibilità di esprimersi.

Qui si legge – Sono molto commoventi i ricordi dell’infanzia povera dell’Ispettore e si nota un contrasto, quasi un giudizio, rispetto alla ricchezza di alcuni personaggi del romanzo. C’è una condanna della ricchezza ostentata?

Sgrò – No, non c’è nessuna condanna. E’ solo che, mentre scrivi, alcuni personaggi ti appassionano più di altri.

Qui si legge
La presentazione di “Nessun Dorma…fuori” al BookFestivalbar di Cologno Monzese – 2018

La scheda libro

Nessun dorma…fuori

di Pasquale Sgrò

Mauro Pagliai Editore

Qui si legge