La forza delle donne che affrontano la sofferenza nel romanzo di Sara Rattaro, “Uomini che restano”

Fosca e Valeria sono due giovani donne che si trovano a dover affrontare, nello stesso momento, una grande sofferenza: Fosca per aver raccolto la confessione di omosessualità del marito Lorenzo; Valeria per essere stata tradita e poi, dopo aver scoperto di avere un cancro al seno, abbandonata dal marito Sergio.

“Compassione e crudeltà coabitano spesso. Per questo, a volte, distinguere un santo da un peccatore può sembrare un’impresa ardua”

In “Uomini che restano” Fosca e Valeria ci fanno scoprire tutti gli ambigui significati della parola normalità e ci raccontano il loro doloroso percorso di accettazione di una nuova fase, non scelta, della loro vita.

Fosca e Valeria vivono a fianco di uomini tormentati e rappresentano tante altre donne ormai attrezzate ad affrontare tutte le contraddizioni dei figli di una generazione che ha dato origine a tante fragilità per non aver concesso a molti  la libertà di essere se stessi.

Nonostante le certezze che crollano e che mettono in discussione la storia personale di ognuna, Fosca e Valeria riescono a fermarsi, a guardarsi dentro e, grazie alla solidarietà che nasce al primo sguardo, anche intorno. Complice la loro città, Genova, che assume la dignità di una vera e propria protagonista del romanzo.

“Guardo la mia gente mentre tenta di amarsi, almeno virtualmente, almeno per un tempo comodo. Così mi rivolgo al mare. Fisso la mia immagine immobile, le crepe della mia pelle,il silenzio della diffidenza, un tentativo folle di desiderare un cambiamento che ci spaventa. Un cambiamento che potrebbe farci male ora, per portarci in salvo poi”.

Sara Rattaro, con una scrittura pulita ed efficace, riesce a farci vivere il dolore delle protagoniste, a farci sentire sulla pelle il crollo di ogni loro certezza, a renderci compagne di un viaggio verso i posti più nascosti dell’anima dove si nascondono verità che, spesso, ci ostiniamo a non voler vedere.

 

La scheda libro

Uomini che restano

di Sara Rattaro

Sperling & Kupfer

Sara Rattaro