Lorena legge “L’acqua del lago non è mai dolce”, un romanzo crudo e potente

L’acqua del lago non è mai dolce (Bompiani 2021) di Giulia Caminito è un romanzo potente e realistico.

Fin dalle prime pagine la scrittrice ci porta dentro l’amara storia di una famiglia disagiata.

L’asprezza del lago di Bracciano rispecchia lo stato d’animo di Gaia, protagonista ribelle dai capelli rossi che si scontra con una vita priva di leggerezza e fatta di rinunce.

«Ho gli occhi aperti, ho gli occhi rei, pedalo lungo le curve d’asfalto, passo accanto alle pareti di quello che molto tempo fa era un vulcano, perché questo è il nostro lago: il risultato di una implosione».

Gaia cova rabbia e vergogna. Tutto la infastidisce. Si confronta con i problemi tipici dell’adolescenza ( primi amori, prime amicizie, consapevolezza del proprio corpo) e al contempo combatte anche le sue frustrazioni.

Io respiro forte nel casco, ingoio rabbia, tutta quella che ho tenuto celata, quella che ho travestito per le grandi occasioni, quella che ho guardato ballare a distanza, quella che m’hanno vietato e che invece mi appartiene e voglio coltivare, sento il collo appesantito, le mani calde, doloranti.”

Il conflitto generazionale con la madre Antonia, una donna stoica che confonde la severità con la cura, non aiuta Gaia e i suoi legami di sangue si trasformano in un ingombro violento. Guerreggia contro qualcosa che non riesce a spiegare ma di cui si potrebbe trovare una decifrazione nella manipolazione materna.

[…] mi domando perché si accanisca, cosa voglia per me, cosa stia progettando e proiettando, […] se adesso si sia resa evidente la mia insignificanza, se lei voglia a ogni costo imbottirmi, come reggiseno, come quaglia e cappotto.”

Nella narrazione le dinamiche che si susseguono ruotano intorno alla condizione economica della famiglia. Gaia vorrebbe ribellarsi all’ingiustizia sociale, vorrebbe trovare un modo per uscire dalla sua stasi. Non le rimane che accettare il suo essere incompiuta, cercando di restare a galla nella speranza di trovare il suo posto nel mondo.

Un romanzo crudo e vicino alla realtà … in cui non sempre arriva il lieto fine.

La scheda libro

L’acqua del lago non è mai dolce

di Giulia Caminito

Bompianil'acqua del lago non è mai dolce